• +Centralino +39 070 6498917
  • amministrazione@bandinu.it

Impianti elettrici 

Scaldacqua a pompa di calore

Scaldacqua a pompa di calore: pochissima energia, tanta acqua calda.

UNA TECNOLOGIA VANTAGGIOSA E VERSATILE Assorbendo il calore gratuito ed ecologico direttamente dall’aria ambiente, quella delle pompe di calore è il migliore esempio di tecnologia in arScaldacqua a pompa di caloremonia con l’ambiente. I vantaggi di uno scaldacqua boiler a pompa di calore non si fermano all’ecologia, grazie ai minori costi di acquisto e di installazione, anche rispetto al solare termico, un rendono un investimento davvero “a prova di futuro”. Comunque la versatilità della nostra tecnologia offre anche la possibilità di integrare, con il mode il solare termico nel più avanzato impianto a pompa di calore. Riuscite a immaginare qualcosa di più efficiente, conveniente e “green”?

  • Consumi ridotti del 70% rispetto ai tradizionali scaldabagni elettrici • Funzionamento garantito anche con temperature esterne di -10°C • Temperatura dell’acqua calda prodotta fino a 65°C

  Energia gratuita e rinnovabile

Lo scaldacqua  è un bollitore con pompa di calore, la tecnologia della pompa di calore per produrre acqua calda sanitaria fino a 65°C in modo efficiente. La pompa di calore sfrutta l’energia aerotermica per riscaldare l’acqua destinata agli usi sanitari (la doccia, il bagno, la cucina). Circa il 70% dell’energia richiesta per il suo funzionamento è prelevata dall’aria esterna, mentre soltanto il 30%  proviene dalla rete elettrica,Collegandolo   agli impianti che producono elettricità da fonti rinnovabili, come fotovoltaico , utilizza al 100% energia pulita e gratuita proveniente dalla natura. L’abbinamento con fonti alternative consente, inoltre di aggiungere la completa indipendenza energetica

Lo scaldacqua è un bollitore con pompa di calore, preassemblato e pronto all’uso. Combina una pompa di calore aria-acqua ad alta efficienza ed un serbatoio per accumulare l’acqua calda in un unico dispositivo (con capacità da 80 a 300 litri), permettendo così di ridurre al minimo gli ingombri.  Utilizza la tecnologia della pompa di calore per produrre acqua dalla rete elettrica , si utilizza al 100% energia pulita e gratuita .

Integrazione impianto fotovoltaico (FV)

Pompa  di calore  ACS è ideale per piccoli impianti fotovoltaici; in particolare, è possibile attivare l’unità da segnale esterno attraverso il contatto “autoconsumo”, presente, di serie,In questo modo è possibile sfruttare al massimo l’energia elettrica prodotta istantaneamente dall’impianto FV, per accumulare energia termica all’interno dell’accumulo (autoconsumo),evitando di far funzionare la macchina in momenti in cui invece sarebbe necessario assorbire energia elettrica dalla rete.In questo modo è possibile sfruttare al massimo l’energia elettrica prodotta stantaneamente dall’impianto FV, per accumulare energia termica all’interno dell’accumulo (autoconsumo),evitando di far funzionare la macchina in momenti in cui invece sarebbe necessario assorbire energia elettrica dalla rete.

solePompa di calore per   chi è proprietario impianti solari

FOTOVOLTAICI

Le pompe di calore altissima resa  , tutte possono  usufruire degli incentivi fiscali

AGEVOLAZIONI fiscali

CONTO ENERGIA TERMICO

In alternativa alle agevolazioni fiscali, sempre in caso di sostituzione di uno scaldacqua elettrico, l’utente finale può richiedere l’incentivo previsto dal Conto Energia Termico, come contributo in conto capitale Immagine

L’incentivo viene erogato dal GSE (Gestore Servizi Energetici) tramite bonifico bancario e corrisponde al 40% delle spese sostenute per l’acquisto e le spese correlate all’installazione, fino ad un massimo di 400 in unica soluzione per la sostituzione di uno scaldacqua elettrico con uno a pompa di calore con capacità fino a 150 litri; per capacità superiori a 150 litri il rimborso è in un anno se il valore dell’incentivo è inferiore a 600, in due anni se è maggiore di 600 (il valore massimo dell’incentivo è di 700).

DETRAZIONI FISCALI 65% PER L'EFFICIENZA ENERGETICA                       DETRAZIONI FISCALI 50% PER LA RISTRUTTURAZIONE EDILIZIAdetraibile

http://www.gse.it/it/Pages/default.aspx                 

Detrazioni fiscali

Detrazioni fiscali e Conto Termico

La ditta  Bandinu  francesco, presente sul territorio da oltre trent’anni, esegue progettazione e installazione d’impianti tecnici nell’edilizia civile, artigianale e commerciale.
Da sempre si occupa d’impiantistica riguardante il risparmio energetico con l’adozione di tecniche che utilizzano le fonti di energia rinnovabili.
Negli ultimi anni è cresciuta la richiesta per l’installazione di impianti fotovoltaici, di impianti solari termici, di impianti di riscaldamento e condizionamento con distribuzione a pavimento ed alimentazione a pompe di calore .
Attraverso l’adozione di questi sistemi è stato possibile ridurre drasticamente le bollette di energia elettrica e gas.

Quest’anno, con l’emanazione del D.lg. n°63 del 04/06/2013  (Ecobonus 65) è possibile costruire questi impianti accedendo agli incentivi statali sotto forma di detrazione fiscale nella misura del 65 %.
Parallelamente all’Ecobonus è stato istituito il Conto Termico, gestito dal Gse con il quale è possibile ottenere non detrazioni ma incentivi monetari del 40% su alcune tipologie di lavori e/o impianti.
Chi invece installa un impianto fotovoltaico collegato alla rete elettrica può accedere alle :

  • detrazioni fiscali del 50% +
  • contributo dello scambio sul posto.

nostro  collaboratore  nel suo Studio Tecnico provvede alla progettazione e al disbrigo di tutte le pratiche ai vari enti (Comune, Enel, Enea, Gse, Inail, etc.…).
Contattateci e un nostro tecnico sarà a vostra completa disposizione per rispondere alle vostre richieste.
Ricordatevi che senza la presentazione delle pratiche agli enti da parte di un professionista abilitato non è possibile ottenere nessuna agevolazione fiscale.

DETRAZIONI FISCALI DEL 65%
La detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica passa dal 55 al 65%. Data di inizio il 6 giugno 2013 e date di scadenza 31 dicembre 2015  Gli interventi riguardano quelli di cui ai commi 344,345,346 e 347 dell’art. 1  Legge 296/2006 Finanziaria2007.
Rientrano nella detrazione per la riqualificazione:
•    Interventi di riqualificazione globale su edifici esistenti
(Comma. 344) – tetto di spesa 100.000 €
•    Interventi sugli involucri degli edifici (strutture opache e infissi)
(Comma. 345) – tetto di spesa 60.000 €
•    Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda
(Comma. 346) – tetto di spesa 60.000 €
•    Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale
(Comma. 347) – tetto di spesa 30.000 €

 

DETRAZIONI FISCALI DEL 50%
La detrazione fiscale per la ristrutturazione degli immobili passa dal 36% al 50% delle spese ed è prorogata fino al 31 dicembre 2015. E’ confermato il tetto massimo di spesa di 96.000 euro applicata alla dichiarazione dei redditi (Irpef) per i prossimi dieci anni.
Rientrano nella detrazione per la ristrutturazione:
•    Consolidamento strutture in muratura e miste
•    Demolizione e fedele ricostruzione dell’immobile
•    Rifacimento degli esterni di un edificio
•    Rifacimento degli impianti e delle finiture interne
•    Arredi fissi (bagni, cucine, armadi a muro, arredi su misura)
•    Impianti fotovoltaici (a cui si aggiunge il contributo dello scambio sul posto).ELENCO AGENZIA ENTRATE (aggiornamento 6 giugno 2013): allargamento porte, allargamento porte e finestre esterne, allarme, finestre esterne, ampliamento con formazione di volumi tecnici, apertura interna, ascensore, balconi, barriere architettoniche , box auto , cablatura degli edifici, caldaia , caloriferi e condizionatori, cancelli esterni, canna fumaria, cantine, centrale idrica, centrale termica, citofoni, videocitofoni e telecamere, contenimento dell’inquinamento acustico, cornicioni, davanzali finestre e balconi, facciata, finestra, fognatura, garage, gradini scale – sostituzione gradini interni e esterni, modificando la forma, le dimensioni o i materiali preesistenti, grondaie, impianto di riscaldamento autonomo interno, impianto elettrico, impianto idraulico, impianto fotovoltaico, impianto solare termico, inferriata fissa, infissi esterni, intonaci esterni facciata, lastrico solare, locale caldaia, lucernari mansarda, marciapiede messa a norma degli edifici, montacarichi, muri di cinta, muri esterni di contenimento, muri interni, parapetti e balconi, parete esterna, parete interna, pavimentazione esterna, pensilina protezione autovetture, persiana pianerottolo, piscina, porta blindata esterna, porta blindata interna, porta finestra, porte esterne, recinzioni, ricostruzione, risparmio energetico, sanitari, saracinesca, scala esterna, scala interna, serramenti esterni, sicurezza statica, solaio, soppalco, sottotetto, strada asfaltata privata, tegole, terrazzi, tetto, tinteggiatura esterna, travi (tetto), veranda, vespaio, zoccolo esterno facciata.

Tra le spese detraibili, oltre a quelle connesse con i lavori edili, possono ricomprendersi le spese per le prestazioni professionali necessarie (ad esempio per l’ottenimento di autorizzazioni o per la certificazione energetica), quelle per l’acquisto di materiali, le imposte e i diritti versati per l’ottenimento delle autorizzazioni e gli oneri di urbanizzazione.

CONTO TERMICO
Quest’anno è stato istituito il Conto Termico, gestito dal GSE con il quale è possibile ottenere dei contributi a fondo perduto nella misura del 40% su alcune tipologie di opere. Tali incentivi sono erogati nell’arco temporale che va da un minimo di due a un massimo di cinque anni, secondo il tipo d’intervento.
Rientrano nelle opere incentivabili:
•    Pannelli solari termici
•    Pompe di calore (escluse dall’Ecobonus 2013.)
•    Scaldabagno a pompa di calore (escluse dall’Ecobonus 2013.)
•    Sostituzione d’impianti di climatizzazione invernale

 

eneamiselogo

 

 

 

 

 

Conto Termico

Conto termico

Online le prime semplificazioni del portale informatico

Il GSE informa che, al fine di rendere più agevole la compilazione delle richieste di concessione degli incentivi attraverso il Portaltermico, è stato avviato un processo di semplificazione delle informazioni richieste dall’applicativo in fase di compilazione della “scheda-domanda”.
Le modifiche apportate, online dal 13/02/2015, sono state definite nel quadro di miglioramento dell’efficacia del meccanismo richiesto dal DL 133/2014 (“Sblocca Italia”) per agevolare progressivamente l’accessibilità di imprese, famiglie e soggetti pubblici ai contributi per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e per interventi di efficienza energetica.
Al 31/01/2015 risultano attivati per il Conto Termico oltre 8.300 contratti, per un incentivo lordo totale di quasi 26 milioni di euro e un impegno di spesa annua cumulata per l’erogazione degli incentivi 2015 di circa 14,5 milioni di euro.
Si ricorda agli Operatori che, per favorire l’invio di documentazione conforme, nella pagina web Conto Termico > Modulistica (http://www.gse.it/it/Conto%20Termico/Modulistica/Pages/default.aspx) sono disponibili, a titolo esemplificativo, i modelli relativi alla documentazione da allegare, sulla base della specifica richiesta di accesso agli incentivi, attraverso il Portaltermico.

La Modulistica disponibile è la seguente:

Conclusione intervento/asseverazione per l’accesso diretto:

  • Modello di dichiarazione di conclusione dell’intervento per l’accesso diretto
  • Modello di asseverazione dell’intervento per l’accesso diretto

Delega ad operare sul Portaltermico:

  • Modello di delega del Soggetto Responsabile al Soggetto Delegato

Autorizzazione del proprietario dell’edificio/immobile:

  • Modello di autorizzazione del proprietario per l’accesso diretto

Dichiarazione rispondenza Contratto ESCO/Soggetti Ammessi:

  • Modello di dichiarazione di rispondenza del contratto ai requisiti del contratto di servizio energia o di servizio energia plus/contratto di rendimento energetico (epc) e delle spese sostenute per accesso diretto/a preventivo

Fatture e bonifici:

  • Dichiarazione di effettuazione del pagamento ai fini del D.M. 28 dicembre 2012
  • Dichiarazione di pagamento effettuato da soggetto diverso dal Soggetto Responsabile
  • Modello di dichiarazione delle spese sostenute in presenza di una convenzione servizio energia con consip o con centrale di acquisti regionale per accesso a preventivo

Avvio lavori/conclusione intervento per l’accesso a preventivo:

  • Modello di dichiarazione di avvio dei lavori per l’accesso a preventivo
  • Modello di dichiarazione di conclusione dell’intervento per l’accesso a preventivo

Cessione del credito:

  • Modello standard di cessione del credito
  • Lettera di notifica della cessione del credito
  • Modello di cessione del credito (in caso di cessione di crediti relativi a più contratti sottoscritti dal medesimo Soggetto Responsabile)

Caldaia a Biomassa

 

Contattaci per un preventivo.

 

 

 

 

 


 

1